Esc. N. 01 e 02/2017 - CAI NUORO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Esc. N. 01 e 02/2017

ATTIVITA' DELLA SEZIONE > Attività Escursionistica Sociale > Archivio Escursioni 2017
08.01.2017 – ESCURSIONE n° 01
– AUSTIS: “Su Nou Orruendeche”   (Partecipanti n. 44)

– Difficoltà: (E); - Durata: circa ore 6.00;  Lunghezza: 7 Km. circa; Dislivello: mt. 500 circa;
-  Terreno: sentiero in buone condizioni, sempre sotto bosco, con presenza di caratteristiche rocce granitiche.   
– Direttori: M. Sanna, G. Floris, U. Floris, V. Pitzeri; (AE): C. Frau, S. Sotgiu;
Ritrovo dei Soci: alle ore 7.15 presso parcheggio Piazza Veneto a Nuoro;
alle ore 8.30 presso l’ingresso nord di Austis (Piazza Corroga).

– Link:  Percorso

BREVE DESCRIZIONE:

Dopo l’incontro nella Piazza Corroga, espletate le formalità di rito, alle ore 9,00 ha inizio l’escursione partendo da località “Sa Tiazzola”. L’escursione è ad anello e si percorre in senso antiorario.
Si percorre una carrareccia per circa 300 mt in direzione nord-ovest verso “Sa Conca de Oppiane”, nelle immediate vicinanze di “Nou Orruendeche”. Si prosegue quindi in direzione ovest verso “S’Iligheddu ‘e Litu” attraversando la strada asfaltata. Si continua su terreno boschivo di rara bellezza con presenza di lecci, roverelle e querce, fino a giungere in località “Su Crabile”. Si scende verso “Rio Tannoro” in direzione est, risalendo  e costeggiando il Rio per circa 700 mt.
Lasciato il fiume si risale sempre verso est per “Sa Mola de S’Ortugu” sotto un bosco primario di lecci arrivando ai piedi di “Sa Mola Manna”. Il sentiero prosegue in discesa verso nord (Sa Molighedda).
Sempre in discesa si arriva in località “Sa Costa ‘e Satta”, dove è prevista la sosta pranzo.
Riprendiamo il sentiero che si snoda quindi verso est, risalendo un ruscello; oltrepassiamo la strada asfaltata e riprendiamo il sentiero per “Sa Conca de Oppiane”, con la deviazione facoltativa, tempo permettendo, per “Su Nou Orruendeche”.-
In breve arriviamo alle macchine.

Buona escursione a tutti                    I Direttori

****************************************************************************************************************************

22.01.2017 -  Escursione n° 02 (Rinviata al 29/01/2017 – Partecipanti n. 66)
Supramonte di Dorgali: “da Cala Fuili a Cuile Toddeitto”.

Durata circa 5,30 ore, Difficoltà E
Direttori: (AE) G. Attardi, L. Sanna; P. Piras. S. Cadoni, G. Sias
Ritrovo dei soci: ore 8.00 presso il parcheggio di P.za Veneto a Nuoro, ore 09.00 presso località Ziu Martine di Cala Gonone. Trasferimento con mezzi propri
Lunghezza itinerario Km. 9 circa, dislivello in salita mt 467 circa, altrettanto in discesa, quota minima mt 5 slm, quota massima mt 330 slm.
Tipo di terreno: carrareccia, sentiero su roccette calcaree, con evidente piano di calpestio. La segnaletica è costituita da omini di pietra, posizionati dai Direttori.

Avvicinamento
All’ingresso di Dorgali si prende subito a destra la circonvallazione sud, sino alla Galleria per Cala Gonone (SP26). Una volta raggiunta la località marina, alla 1^ rotonda si esce alla 1^ uscita, Via Renzo Laconi; si prosegue sino al Viale Bue Marino, si svolta a destra sino alla località Ziu Martine.

Breve descrizione
Dopo aver parcheggiato le auto, raggiungiamo la scala di cemento armato per scendere fino alla sottostante spiaggia di Cala Fuili e intraprendere il sentiero classico per “Cala Luna”. Lo percorriamo in salita per 30’, fino a raggiungere la quota 125 mt slm, per poi abbandonarlo e immetterci, sulla destra, in una vecchia carrareccia di carbonai che, in un’ora di ripida salita, ci consente di raggiungere il bivio per “Nuraghe Toddeitto”, a quota 315 mt slm. Alla fine della salita ci consentiamo una breve sosta per apprezzare il magnifico panorama del golfo di Orosei, da Punta Nera fino a Capo di Monte Santu.
Lasciamo la carrareccia per dirigerci, con direzione nord, verso la “Muraglia megalitica di Toddeitto” e il Nuraghe omonimo. Qui il percorso si fa accidentato, senza evidente piano di calpestio, tra rocce e campi solcati, guidati da omini di pietra, fino ad un punto panoramico, a quota 280 mt slm. Dall’alto possiamo ammirare la suggestiva “Codula di Fuili” e, rivolgendo lo sguardo verso nord, oltre la Codula, il sito del Nuraghe Mannu, importante testimonianza di una frequentazione dei luoghi in età arcaica.
Torniamo indietro, in 20’, fino alla carrareccia, e, in ulteriori 45’ raggiungiamo, su un agevole sentiero, gli ovili di Toddeitto. Tra questi ci fermiamo per una breve sosta pranzo, dopo aver visitato l’ovile "sapientemente” ristrutturato.
Proseguiamo, quindi, sul sentiero in discesa con direzione Sud, per circa 15’, e, raggiunta una via d’acqua, immersa in un fitto bosco di ginepri, lecci e roverelle, pieghiamo decisamente verso est per incrociare il sentiero di Cala Luna e percorrerlo, con direzione nord fino a Cala Fuili, per raggiungere le nostre auto.

Buona Escursione a tutti                        I Direttori : G. Attardi   333-7110079    -    L. Sanna   333- 6876903






 
Torna ai contenuti | Torna al menu