CAI NUORO

Vai ai contenuti

Menu principale:


  
18/11/2018   -  ESCURSIONE  N. 22
Montalbo di Lula: “Nurai - Punta Catirina - Sa ‘e Mussinu - Artudè-Nurai”
Durata: ci rca 7.00 circa
Lunghezza: 14 km circa
Dislivello totale: 760 m. in salita e in discesa
Quota di partenza: 570 m.
Quota massima: 1127 m.                        
Difficoltà: (E).  Il percorso avviene per la maggior parte su sentiero, su strada sterrata e
                       placche calcaree.            
                                            
Direttori: A.P. Mura (AE); (ASE): G. Murgia, M. Carta, S. Cheri; M. Corrias, P. Piras.
Ritrovo dei Soci: ore 7:30 presso il parcheggio di Piazza Veneto a Nuoro;
                          ore 8:15 presso la località Nurai (1 km , dopo la chiesa campestre     
                          di ‘Su Meraculu’).                                  
                          Inizio escursione: ore 8:30.  
                          Trasferimento con i mezzi propri.
  
Come si raggiungere la località di partenza dell’escursione.

Giunti nella piazzetta centrale di Lula, di fronte alla chiesa, si svolta a destra e si prosegue per un centinaio di metri per poi svoltare alla 2^ traversa a sinistra dove è posto un cartello con l’indicazione  ‘N.S. SU MERACULU’.  
Usciti dall’abitato percorriamo la stradina asfaltata che collega il paese al Santuario distante oltre tre km. posto in direzione est sotto le pareti di Monte Turuddò.
Arrivati al  bivio per la chiesa si va oltre senza entrarvi e si prosegue in leggera discesa, in direzione Nordest, per la località Nurai, 1 km più avanti.

BREVE DESCRIZIONE.
L’escursione ha inizio in località Nurai a quota 570 m. per Janna Nurai imboccando quella che un tempo era un’antica strada di carro che collegava Lula con i boschi e gli ovili dell’altro lato del Monte e la lontana Siniscola e la sua marina.
La carrareccia,  ormai in disuso e percorribile solo a piedi, si snoda  all’interno di un fitto bosco  di lecci soprattutto e poi corbezzoli, ginepri, ecc.
Essa consente di raggiungere Janna Nurai, ampio valico pianeggiante, posto 200 m più in alto, ai lati del quale svettano Monte Turuddò e Punta Catirina, le due cime più alte del Montalbo che raggiungono entrambe 1127 metri s.l.m.
Attraversiamo il pianoro in direzione Est tra zone boscate e radure erbose o coperte di arbusti.
Il sentiero, più avanti,  alla fine del tratto pianeggiante,  svolta in direzione Nord e in breve
viene raggiunto il bivio con i cartelli segnavia che indicano Usurtia (Punta Catirina) a sinistra e le località Sa Kostera – Artudè a destra, da dove è previsto il rientro.












Iniziamo la risalita verso la cima (dislivello 380 m circa) seguendo un evidente sentiero la cui pendenza si fa più ripida man mano che si sale, quasi in linea retta, e il procedere si fa più faticoso.
Nella parte alta, il sentiero diventa meno evidente perché corre su tratti rocciosi, su pietrame, su ampie placche di calcare per cui solo gli omini di pietra ci  indicano la via da seguire.
Il sentiero raggiunge  il valico a quota 1080 m. dove è posto un cartello che indica  Punta Catirina (1127 m).
Salire in cima è facoltativo ma lo sforzo può essere ripagato dalla possibilità di ammirare un panorama a 360° se la giornata è limpida.
Ritornati sul sentiero, procediamo in direzione Nordest in leggera discesa attraversando tratti di nuda roccia, di terreno roccioso alberato e tratti pianeggianti (Campu ‘e Susu).

Più avanti si prosegue lungo un impluvio dove la vegetazione si fa più fitta  e il sentiero più tortuoso e accidentato. Costeggiamo, alla nostra sinistra, l’ovile Sa ‘e Mussinu con il pinnetto posto al centro di un’ampia radura erbosa.
Proseguiamo, quindi, in direzione Est, lungo l’altopiano (q. 900 m) posto tra Punta Sa ‘e Mussinu  e Sas Puntas, fino ad affacciarci sulla splendida lecceta di Planu Artudè che si estende  300 m più in basso.
Per scendere  a Planu Artudè percorriamo i lunghi tornanti di una vecchia carrareccia del costone di Juanne Moro, alla base del quale si trova un’area di sosta creata in anni recenti, recuperando i vecchi pinnetti dell’ovile della località omonima.
In base all’orario, la sosta pranzo può essere effettuata qui oppure un po’ più avanti (mezzora circa) presso un pinnetto  posto ai lati del sentiero in località Sa Palita.
Attraversato il bosco di Artudè (q. 600 m) ci dirigiamo, seguendo le indicazioni dei cartelli posti ai bivi, verso Janna Nurai, direzione sudovest. Siamo quindi sulla via del ritorno con  un percorso fatto di saliscendi non troppo impegnativi e che si snoda lungo una zona boscosa fino alle macchine.
Il sentiero di ritorno, che ricalca il tracciato della vecchia carrareccia che arrivava fino a Siniscola, corre parallelo alla località di Sa Kostera alla base del massiccio montuoso di Punta Manna e Mesu ‘e Punta, lato sudest.
Passiamo nei pressi della grotta Omines Agrestes segnalato da  apposito cartello e in breve raggiungiamo Janna Nurai dove si chiude il percorso ad anello.  
Ripercorriamo quindi il tratto pianeggiante del valico e la successiva discesa per arrivare alle macchine.

Buona escursione.

I direttori










Cari soci e socie
Su indicazione dei direttori, l’escursione  N° 21 TRESNURAGHES si terrà l’11 novembre, domenicaprossima, con tempi e modalità identiche a quanto descritto. Ringrazio Tore, Salvatore, C. Sanna e L. Fresi per la loro disponibilità. Il meteo ormai è la nostra stella polare. Speriamo che per domenica ci assista. A Presto
Matteo Marteddu

11.11.18 – ESCURSIONE n° 21TRESNURAGHES:  da Torre di Foghe  a Porto Alabe

– Durata: circa 6,00 ore,
- Dislivello totale in salita ed in discesa : mt. 200 circa;
– Difficoltà E (Itinerario Escursionistico).



        Direttori: (AE): S. Sotgiu, S. Ruggiu, ; C. Sanna (ASE); L. Fresi.
         
Ritrovo dei Soci: alle ore 7.00 presso il Parcheggio di Piazza Veneto a Nuoro; alle ore 8,30 presso il parcheggio sud di Porto Alabe (marina diTresnuraghes)
         (trasferimento con mezzi propri)



















Nuoro, 12 novembre 2018
A tutti i Soci
loro Sedi
Al Presidente e ai Componenti del Comitato Elettorale
Ai Componenti Commissione Verifica Poteri
Ai Sigg. Revisori dei Conti
Oggetto: Convocazione dell’Assemblea Ordinaria dei Soci.

 Il Consiglio Direttivo del Club Alpino Italiano – Sezione di Nuoro “Giovannino Fenu”
                                                      CONVOCA
L’ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI
in prima convocazione per il giorno 29 Novembre alle ore 07.30
in seconda convocazione per il giorno 30 Novembre ore 15.30  
presso i locali del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” in Via Veneto n°43 aNuoro.
L’ordine del giorno sarà il seguente:
1)       Designazione del Presidente e del Segretario dell’Assemblea;
2)       Lettura e approvazione del verbale dell’Assemblea precedente;
3)       Comunicazioni del Presidente;
4)       Elezione di due componenti del CdS ( art. 21  e Art. 31 titolo V dello Statuto Sezionale),
  5)    Adozione programmi attività sezionale 2019 (art. 14 Statuto Sezionale):
  6)    Bilancio preventivo 2019.
  7)    Varie ed eventuali.
Nel ringraziarvi della presenza, porgo cari saluti
                                                                                                       Club Alpino Italiano – Sezione di Nuoro
                                                                                                                                      Il Presidente
                                                                                                                         Matteo Marteddu





 

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu